NFT e antiriciclaggio, la nuova sfida per la tutela del mercato dell’arte

Il mercato dell'arte è utilizzato da sempre dalle organizzazioni criminali per riciclare denaro. Giuseppe Miceli, esperto di antiriciclaggio, propone un registro per il tracciamento delle opere fisiche e lancia l'allarme sui NFT (Not Fungible Token) usati per lo scambio delle opere immateriali moderne, che definisce "un rapporto sinallagmatico invisibile e, dunque, impossibile da tracciare".

226 visualizzazioni

errore